IO LEGGO/30: FEDERICO FELLINI, IL VISIONARIO REALISTA

GIANFRANCO LARICULTURAIO LEGGO/30: FEDERICO FELLINI, IL VISIONARIO REALISTA

Luigi Mazzella: Federico Fellini, il visionario realista

di Antonio Fresa

Sono passati venticinque anni dalla morte di Federico Fellini. Il suo nome è legato ad alcuni dei più importanti capolavori della storia del cinema non solo italiano. Con uno stile inconfondibile, Federico Fellini ha saputo raccontare e rappresentare i mutamenti della nostra società e la difficile convivenza fra tradizione, mito, sogno e innovazione. Il suo cinema, pur partendo da un amore senza remore per l’immaginazione e le “voci” della tradizione italiana, ha saputo imporsi a livello internazionale come uno dei più raffinati registi di tutta la storia del cinema.

In occasione di questa ricorrenza, Luigi Mazzella propone un agile volume per ricordare o per scoprire il grande regista attraverso la produzione cinematografia. Un ricco corredo d’immagini e tante informazioni utili su un regista che ha segnato la storia del cinema. Federico Fellini appartiene a quel ristretto novero di registi che hanno segnato un’epoca e la storia del cinema nel suo complesso.

A venticinque anni dalla sua morte, ritornare sulla sua produzione e sulle suggestioni che i suoi film hanno offerto a tanti registi a lui successivi, è sicuramente un’opera necessaria. Luigi Mazzella propone un’attenta ricognizione sulla filmografia felliniana, basandosi su di una scansione in fasi e soggetti. Il lavoro di Luigi Mazzella sembra, inoltre, in grado di soddisfare due tipologie molto diverse di appassionati di cinema. Le sue pagine sono in grado di fornire informazioni e spunti critici a chi già conosce la cinematografia felliniana e ne ha frequentata e apprezzato l’opera. La struttura, davvero rispettosa del percorso del regista, offre, d’altra parte, una comoda introduzione a chi volesse avvicinarsi ai suoi film in occasione di questa ricorrenza.

Non è qui, ovviamente, possibile ripercorrere la galleria di storie e personaggi che Fellini – affiancato in tanti film da nomi di primo piano del cinema e della letteratura (Ennio Flaiano, Tonino Guerra per citarne due) – ci ha regalato contribuendo a generare un immaginario collettivo “nazionale”. Il sodalizio con Nino Rota, autore d’indimenticabili commenti sonori ai film felliniani, ha prodotto alcune dei più celebri passaggi della storia del cinema. Tra i tanti dettagli, per chi ancora non ha avuto modo di approfondire il cinema di Fellini, è sufficiente ricordare il successo internazionale delle sue opere e la fama che l’ha circondato per anni. La filmografia con le schede di presentazione – a cura di Serena Pezone – si propone quale agile strumento di consultazione per poter davvero scegliere la strada per orientarsi in una ricchissima produzione.

Partendo dai primi passi e dall’impatto fra un ragazzo di provincia e la grande città della “Dolce vita”, il mondo felliniano si va sempre più definendo in una dialettica che sa tenere insieme la riflessione sulla modernità e la società del dopoguerra e il ricordo di un passato che assume una dimensione mitica e insostituibile. Mazzella, film dopo film, riesce a restituirci la ricchezza e la complessità di un grande artista.

Luigi Mazzella
Federico Fellini, il visionario realista
Istituto culturale del Mezzogiorno, 2018
€ 25,00, pagine 64